MEDIOFONDO TRA UNA GOCCIA E L'ALTRA

Purtroppo come troppo spesso succede in questa primavera bizzarra, l'effetto maltempo si e' fatto sentire anche nella prova valsesiana dell'Alpi Challenge, la quinta del circuito valida anche per il Superprestige Tricolore ACSI. Una riduzione delle presenze quantificabile intorno al 30% che non ha mancato comunque di vedere alla partenza nomi altisonanti della specialita', molti dei quali provenienti da fuori zona. Sono stati 105 gli iscritti alla partenza situata di fronte alla pizzeria Cavour di Quarona, sede che accompagna gli organizzatori del Team Valli del Rosa-Falegnameria La Stazione fin dalla prima edizione. E dire che le prime luci dell'alba avevano lasciato ben sperare: malauguratamente pero' nelle ore successive il cielo sereno ha lasciato spazio a nuvole sempre piu' minacciose che non hanno tardato a benedire quanti erano pronti a pedalare. Nonostante queste problematiche aggiuntive, la macchina organizzatrice della societa' ha saputo mettere a disposizione dei partecipanti tutta l'esperienza organizzativa dell'intero staff, dei propri tesserati e delle donne, vere attrici di tutta la fase preparatoria, ottenendo la pressoche' unanime approvazione dai corridori. Senza dimenticare l'imprescindibile impegno di scorte tecniche e cronometristi, supporto indispensabile alla buona riuscita della manifestazione. Partito in perfetto orario da Quarona il gruppo dei cicloamatori si e' diretto verso l'alta Valsesia, destinazione Rassa, localita' che in occasione della seconda edizione di "Rassa in Rosa" ci ha nuovamente ospitati con grande disponibilita' e affetto grazie alla Pro Loco. Il ristoro servito a tutti i pedalatori si e' rivelato provvidenziale per alleviare le fatiche e le tossine accumulate nella prima meta' di gara nella salita verso il piccolo centro valsesiano. La successiva discesa per il rientro verso Quarona ad affrontare il tratto cronometrato e'stata accompagnata per una decina di chilometri dalla pioggia, copiosa e insistente da Varallo al check-point di inizio gara previsto all'inizio della strada che porta a Valmaggiore e Ferruta. A primeggiare sulla salita e' stato Simone Capra, tesserato per la societa' ligure Bicistore Cycling Team che ha raggiunto la frazione borgosesiana in 12 minuti netti, media oraria 25 Km/h., seguito ad oltre un minuto da Giorgio Bordone (Pedalando in Langa). Da annotare l'evidente numero dei ritiri dovuti alla difficolta' della salita sommata alle sfavorevoli condizioni meteo. Chiusura di giornata con pasta-party della pizzeria Cavour e premiazioni: per il team ennesimo oro per la quaronese Cinzia Canna tra le Donne A.

   

Le foto della mediofondo

----------------------------------